Air Pods 2 vs. auricolari wireless di Sony: chi vincerà?

Gli AirPod di Apple sono stati un successo dal loro primo lancio nel 2016.

Ma ora gli AirPod originali affrontano molta più concorrenza da altri auricolari Bluetooth, come gli auricolari wireless WF-1000XM3 di Sony.

Le cuffie wireless di Sony sono significativamente più costose degli AirPods, ma offrono molte più funzioni rispetto agli AirPods, tra cui la cancellazione attiva del rumore e una migliore qualità del suono.

AirPods Vs. auricolari wireless Sony:Leggero e compatto contro una tenuta più stretta

Le differenze tra questi pods iniziano dal momento in cui le estraete dalla scatola.

Hanno design completamente diversi sia per gli auricolari che per i rispettivi case.

Gli AirPods si appoggiano nell’orecchio mentre gli auricolari wireless Sony si incastrano comodamente all’interno del condotto uditivo.

Sono disponibili con sette diverse opzioni di punta tra cui scegliere (comprese quelle sui pods), quindi è probabile che tu possa trovare una buona misura se sei disposto a testarne alcune.

Sony consiglia di provare dimensioni diverse su lati diversi perché i canali auricolari potrebbero non essere esattamente simmetrici.

Gli AirPod erano molto più leggeri e più comodi da indossare tutto il giorno, ma questo dipende davvero dalla forma dell’orecchio.

Gli AirPod potrebbero risultare troppo lenti per alcune persone.

Gli auricolari wireless Sony si sentono sicuramente più saldi quando si cammina, grazie alla conformazione in-ear dalle misure intercambiabili.

Ricorda che nessuno di questi auricolari wireless è ufficialmente resistente all’acqua, quindi potrebbe non essere l’ideale usarli durante un allenamento in cui si suda.

Per quanto riguarda le opzioni di colore, gli AirPod sono disponibili solo in bianco lucido.

Con gli auricolari wireless Sony puoi scegliere tra una finitura nera opaca con dettagli in rame o una finitura taupe con accenti dorati, entrambi con custodie abbinate.

La custodia di ricarica di Apple sembra un contenitore per filo interdentale, ma è compatta e facile da infilare in una tasca senza creare troppa massa.

La custodia Sony è due volte più grande e non è così facile da trasportare, ma il coperchio metallico e la finitura opaca la rendono più elegante.

La custodia AirPod si ricarica tramite la porta Lightning mentre quella di Sony ha una porta USB-C.

Apple offre inoltre anche una custodia di ricarica wireless, fornita in dotazione con gli AirPods ed è retrocompatibile con gli AirPod di prima generazione.

AirPods Vs. auricolari wireless Sony

Vai al prodotto Apple AirPods 2

AirPods Vs. auricolari wireless Sony: Sony vince sulla qualità del suono, ma quella della chiamata non è così chiara

Gli AirPods sono sempre stati buoni quando si tratta di qualità del suono – non i migliori della categoria, ma neanche i peggiori.

Dopo aver ascoltato i gli auricolari wireless Sony però, è difficile tornare indietro.

La qualità del suono con gli auricolari Sony è incredibilmente chiara, con medi e bassi ben definiti.

C’è anche un equalizzatore (disponibile nell’app Sony Headphones Connect su iOS e Android), che puoi utilizzare per regolare il profilo audio.

L’app può anche determinare automaticamente dove ti trovi e regolare di conseguenza il profilo audio.

Con gli AirPods, tutto questo non è possibile.

AirPods Vs. auricolari wireless Sony

L’altro grande vantaggio che Sony ha su Apple qui, è la cancellazione attiva del rumore.

Se non vuoi essere completamente immerso nella tua musica, gli auricolari wireless Sony ti permetteranno anche di regolare la quantità di rumore esterno da far entrare e selezionare per enfatizzare le voci.

Puoi regolarlo manualmente sull’app Sony o fare affidamento sull’app per farlo automaticamente in base a ciò che ritiene più adatto alla tua situazione, sia che tu stia camminando, correndo, facendo il pendolare o in ufficio.

Tuttavia, in termini di qualità della chiamata, i risultati non sono così chiari.

Le cuffie Sony si sentiranno ovviamente meglio per la persona che li indossa, ma la persona che si trova sul lato ricevente avrà più facilità ad ascoltarti attraverso gli AirPods.

Poiché i microfoni si trovano alla fine dei pods (più vicini alla bocca), sono migliori nell’isolare la tua voce.

I pods Sony raccolgono più rumore ambientale.

Vai alla scheda prodotto delle Sony WF-1000XM3

AirPods Vs. auricolari wireless Sony: controlli touch, assistenti vocali e altro


Entrambi gli auricolari hanno controlli touch personalizzabili, che ti consentono di controllare la tua musica senza utilizzare il tuo telefono.

Gli auricolari wireless Sony possono essere regolate dall’app Sony su dispositivi iOS o Android, mentre gli AirPod possono essere personalizzati solo dal menu delle impostazioni di un dispositivo iOS.

Gli utenti Android non saranno in grado di modificare i controlli touch su AirPods.

Puoi avviare, mettere in pausa, saltare avanti o indietro, ma purtroppo nessuno dei due include il controllo del volume.

Per regolare il volume dovrai estrarre il telefono o chiamare il tuo assistente digitale.

Un semplice “Hey Siri” sarà sufficiente per gli AirPods, mentre per gli auricolari Sony c’è bisogno di toccare e tenere premuto il touchpad per avviare l’Assistente di Google.

Entrambi ti permettono anche di toglierti un pod dall’orecchio e la musica si fermerà.

Sony offre NFC sulla custodia in modo da poter semplicemente toccare per accoppiare con un telefono Android.

Gli AirPod di Apple si connettono automaticamente quando apri la custodia accanto a un dispositivo iOS.

Puoi anche accoppiare gli AirPods con un Android e i pods Sony con iOS manualmente attraverso le rispettive impostazioni Bluetooth.

Gli AirPods utilizzano l’ultimo chip H1 di Apple, mentre Sony utilizza il chip QN1e, un processore con cancellazione del rumore.

Entrambi hanno il supporto Bluetooth 5.

Nel complesso, non si riscontrano problemi significativi su entrambi, ma gli AirPod sono leggermente migliori nel mantenere una solida connessione con iOS.

AirPods Vs. auricolari wireless Sony

AirPods Vs. auricolari wireless Sony: la durata della batteria è una sfida all’ultimo minuto

Mentre gli auricolari wireless Sony offrono una durata maggiore se si parla solo di auricolari (sei ore di ascolto rispetto alle cinque ore sugli AirPods), entrambi offrono la stessa durata di carica totale quando si tiene conto dei case.

Ciascuno può contenere fino a 24 ore di carica totale.

Vale anche la pena notare che le sei ore citate da Sony sono considerate con la cancellazione attiva del rumore.

A questo punto, avrai quasi otto ore dagli auricolari prima di doverli caricare.

Entrambi offrono anche una funzione di ricarica rapida, quindi se hai poco tempo puoi comunque ottenere una discreta quantità di tempo di ascolto.

Carica gli AirPods per 15 minuti e otterrai tre ore di ascolto. Carica gli auricolari Sony per 10 minuti e otterrai 1,5 ore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: