AirPods Pro vs Galaxy Buds Pro

AirPods Pro VS Galaxy Buds Pro chi vincerà questa sfida? E con questi nuovi prodotti l’asticella si alza di parecchio e così anche i costi. Vediamo insieme quale conviene di più a parità di funzionalità, prezzi, ecc. 

Ecco il verdetto

AirPods Pro vs Galaxy Buds Pro: audio, cancellazione del rumore e durata della batteria degli auricolari wireless più recenti di Apple e Samsung

AirPods Pro vs Galaxy Buds Pro

Gli AirPods Pro di Apple sono tra i migliori auricolari wireless che puoi acquistare, ma Samsung sta affrontando il colosso Apple con i suoi Galaxy Buds Pro leggermente più convenienti in termini di prezzo. 

I Buds Pro hanno quasi le stesse funzionalità degli AirPods Pro, con cancellazione attiva del rumore e supporto audio surround. Cerchiamo di valutare i pro ei contro di ciascuno.

AirPods Pro

AirPods Pro vs Galaxy Buds Pro

La migliore cancellazione del rumore e la migliore batteria

Gli AirPods Pro sono un eccellente paio di auricolari wireless con ANC che funzionano perfettamente con i dispositivi iOS e Apple. Supportano l’audio spaziale (noto anche come suono surround virtuale) e hanno una batteria di maggiore durata con ANC rispetto a Galaxy Buds Pro. La qualità del suono è bilanciata, ma non hanno un equalizzatore universale per cambiare il suono su tutte le app. Puoi utilizzare AirPods Pro con telefoni Android, anche se perdi alcune funzionalità come l’audio spaziale e il cambio rapido.

Leggi la nostra recensione su AirPods Pro 

Galaxy Buds Pro

AirPods Pro vs Galaxy Buds Pro

Il meglio per un suono ricco e resistenza all’acqua

Quando si tratta di specifiche, i Galaxy Buds Pro sono i modelli di auricolari Samsung più paragonabili agli AirPods Pro. Riproducono il suono alla grande, con una forte risposta dei bassi, ma la durata della batteria non dura quanto quella degli AirPods Pro quando l’ANC è attivo. Inoltre, non funzionano altrettanto bene con gli iPhone poiché, a differenza dei precedenti Galaxy Buds, questi non sono supportati nell’app Galaxy Wearable per iOS al momento in cui scriviamo.

Leggi la nostra recensione su Galaxy Buds Pro. 

Ulteriori confronti

Gli AirPods Pro sono più piccoli, si sentono più leggeri nell’orecchio

Entrambi sono auricolari in-ear, ma hanno design completamente diversi. Gli AirPods Pro hanno uno stelo cliccabile che sporge dall’orecchio e sono disponibili solo in bianco. I Galaxy Buds Pro sono disponibili in tre colori (argento, nero o viola) e hanno un design rotondo con pannelli tipo rubinetto sul lato e si sentono un po’ più pesanti nell’orecchio rispetto agli AirPods Pro.

Entrambe le paia di auricolari sono dotate di punte intercambiabili in piccole, medie o grandi dimensioni. La vestibilità varia a seconda della forma e delle dimensioni dell’orecchio, potresti avere problemi con entrambi questi modelli che non si adattano correttamente quando ci si allena o ci si sposta molto. 

migliori auricolari wireless per lavorare da casa o da remoto

In realtà si possono trovare misure più sicura con punte compatibili in schiuma per AirPods Pro

Le punte Galaxy Bud Pro non vengono fornite con le chiusure alari presenti nei modelli precedenti come Galaxy Buds Plus che hanno contribuito a bloccarle saldamente nell’orecchio. Non siamo ancora riusciti a trovare punte compatibili per Galaxy Buds Pro, ma non vediamo l’ora di vedere se questo migliorerà la vestibilità.

I Galaxy Buds Pro hanno il sopravvento quando si tratta di resistenza all’acqua e al sudore, con un grado di protezione IPX7 superiore rispetto all’IPX4 degli AirPods Pro. Ciò significa che possono essere immersi fino a 1 metro di acqua dolce per un massimo di 30 minuti. 

Per le Buds Pro, invece, stai tranquillo che se ci si spruzza un po’ di acqua sopra non succede niente: testato da noi. Gli AirPods Pro possono resistere al sudore e ad alcuni schizzi leggeri, ma non suggeriamo di portarli dietro per una nuotata.

Galaxy Buds Pro come caratteristica migliore ha la qualità del suono mentre le AirPods Pro hanno la migliore cancellazione del rumore.

Entrambi questi auricolari riproducono bene l’audio. È sicuramente una questione di preferenza, ma c’è a chi potrebbe piacere di più un profilo del suono più caldo e la risposta dei bassi più pronunciata del Galaxy Bud Pro. 

Puoi anche regolare manualmente l’equalizzatore nell’app Galaxy Wearable su una serie di preset diversi, da bass boost a soft

Gli AirPods Pro hanno un profilo audio più neutro che funziona effettivamente a loro favore se vuoi passare da una chiamata all’altra, ascoltare musica  e ascoltare podcast. Hanno un equalizzatore adattativo che regola dinamicamente il suono per te.

Sebbene entrambi facciano un buon lavoro nell’annullare il rumore ambientale, gli AirPods Pro sono un tocco più efficaci per soffocare il rumore bianco come il suono di una ventola in testa o dei motori di un aereo. Sebbene sia possibile regolare il livello ANC sul Galaxy Buds Pro su alto o basso, non si percepisce effettivamente una reale differenza tra le due impostazioni.

AirPods Pro vs Galaxy Buds Pro

Entrambi hanno audio spaziale (Samsung lo chiama audio 360) per un’esperienza audio surround simulata durante l’ascolto di film e programmi TV. 

Ancora una volta, entrambi riproducono bene l’audio, ma se dovessi scegliere, potresti scegliere l’AirPods Pro poiché l’effetto è più naturale.

Ma i Galaxy Buds Pro hanno una caratteristica che manca agli AirPods Pro: il rilevamento vocale. Galaxy Buds Pro abbassa automaticamente il volume dei tuoi file multimediali quando rileva che stai parlando, quindi torna alle impostazioni originali 10 secondi dopo che ti sei fermato. 

È fantastico se vuoi essere in grado di avere una conversazione veloce senza cambiare attivamente gli auricolari in modalità suono ambientale (o tirarne uno fuori dall’orecchio). 

Puoi ascoltare campioni di microfoni nel nostro video su questa pagina per sentire la differenza per le chiamate.

AirPods Pro ha una durata della batteria più affidabile

Samsung diche che la durata della batteria del Galaxy Buds Pro è di 5 ore con ANC attivo, ma è difficile sinceramente avvicinarsi a questo numero di ore con ANC attivato. Un dato più realistico si aggira intorno alle 4,5 ore massimo. 

Apple invece parla di 4,5 ore con ANC per AirPods Pro, ma in questo caso potresti rimanere piacevolmente colpito dal fatto che potresti arrivare quasi a 5 ore di tempo di ascolto totale. 

Secondo Samsung, i Buds Pro possono anche durare fino a 8 ore di ascolto senza ANC, ma ancora una volta ci sembra improbabile raggiungere queste ore.

Ogni custodia ha anche un piccolo costo aggiuntivo, con AirPods Pro che offre 24 ore di autonomia totale e Galaxy Buds Pro per ulteriori 18 ore. 

Entrambe le custodie possono essere caricate in modalità wireless oppure puoi collegare il Lightning su AirPods Pro o la USB-C su Galaxy Buds Pro.

Le funzionalità intelligenti sono simili su entrambi

Questa è la prima generazione di auricolari Samsung che non sono compatibili con l’app Galaxy Wearable per iOS. Ciò significa che si collegheranno a un iPhone tramite Bluetooth e si attiveranno ANC e utilizzare i controlli di tocco predefiniti, ma non sarai in grado di modificare le impostazioni. 

Gli AirPods Pro funzionano anche come normali auricolari Bluetooth su Android, ma offrono l’esperienza più fluida di personalizzazione delle impostazioni su iOS.

Puoi chiamare Siri su AirPods Pro o Bixby su Galaxy Buds Pro usando la tua voce o con i controlli touch. Entrambi possono leggere i messaggi di testo o notifiche e ti consentiranno di modificare il volume o di effettuare una chiamata con la tua voce. 

Non è ancora possibile chiamare l’Assistente Google usando la tua voce sul Galaxy Buds Pro. 

Ogni auricolare può essere utilizzato in modo indipendente per le chiamate o l’ascolto di musica e puoi trovarli entrambi su una mappa se li perdi utilizzando l’app Trova il mio su iPhone o l’app Smart Things sui dispositivi Galaxy. 

Entrambi offrono anche il passaggio rapido tra i dispositivi collegati allo stesso ID Apple o account Samsung.

Galaxy Buds Pro per Android, AirPods Pro per iPhone

Entrambi i set di auricolari hanno i loro punti di forza, ma i migliori auricolari per te dipenderanno in definitiva dall’ecosistema software in cui ti trovi. I precedenti confronti tra Samsung e Apple li vedevano più indipendenti dalla piattaforma, dato che i modelli precedenti erano compatibili con l’app Galaxy Wearable su iOS, ma questa volta il tuo telefono sarà un fattore importante nella tua decisione. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: