Panasonic Lumix GX85: la recensione

Panasonic Lumix GX85, se stai per acquistare una mirrorless e sguazzi ancora nella confusione più totale, è un’opzione da prendere in considerazione senza troppe riserve. Dispone di un set sorprendente di funzionalità , un’ottima qualità fotografica e video, prestazioni piuttosto veloci e un design accattivante e relativamente compatto. Ti abbiamo incuriosito? Ecco la nostra recensione!

Con un mirino elettronico, riprese rapide continue e video 4K, si presenta come un modello adatto agli appassionati con un set di funzionalità che dovrebbe anche attrarre famiglie e viaggiatori ad un prezzo ragionevole.

Photo Credits: cnet

Panasonic Lumix GX85 recensione: immagine più nitida

Panasonic Lumix GX85 è di 16 megapixel, anziché 20,3 MP come la GX8 di fascia alta, si presenta con una versione del sensore che rinuncia a un filtro antialiasing (aka OLPF). La sua valenza è quella di sfocare leggermente i bordi, rimuovendo così alcuni artefatti del colore (effetto moiré e falsi colori) che in condizioni normali potrebbero presentarsi. L’effetto collaterale, in questo caso, è il sacrificio della nitidezza. Per ovviare a questo limite, Lumix GX85 presenta una riduzione della moiré integrata per compensare.

Di conseguenza, i JPEG rimangono puliti attraverso ISO 1600 e, a seconda della luce e del soggetto, utilizzabili nella parte superiore della gamma di sensibilità ISO della fotocamera. A questo proposito è notevolmente migliore della Olympus OM-D E-M10 Mark II. Inoltre, in fase di elaborazione, è possibile ottenere qualche dettaglio in più a tutti i livelli di sensibilità; lo stile fotografico standard predefinito applicato ai file JPEG spinge abbastanza la saturazione e il contrasto da perdere alcuni dettagli nelle aree di luce e ombra.

Photo Credits: Promirrorless

La resa cromatica e il bilanciamento del bianco sono eccellenti. Il bilanciamento del bianco automatico offre alcuni dei migliori risultati che sia stato mai registrato, anche in condizioni di cielo nuvoloso, scarsa illuminazione e fonti di luce multiple, che sono tre delle condizioni più difficili in cui il fotografo può imbattersi.

Anche la qualità del video risulta di ottimo livello, nonostante la presenza dell’effetto moiré su schemi ad alta frequenza; un aspetto sorprendentemente comune sugli abiti dei soggetti. Ma anche nell’illuminazione ad alto contrasto (una piattaforma metropolitana così luminosa e un’area scura della pista) con sensibilità di fascia media, fa un buon lavoro complessivo.

Panasonic Lumix GX85 recensione: campioni di analisi

La tecnologia di autofocus DFD (Depth from Defocus) di Panasonic è generalmente veloce e precisa e questo aspetta si manifesta anche nel modello GX85, per i singoli scatti; blocca la messa a fuoco e scatta abbastanza rapidamente – per la maggior parte degli usi – in condizioni di luce intensa oppure scarsa. La sua velocità di scatto continuo testata di 6,6 fotogrammi al secondo con autofocus per oltre 40 scatti o raw o JPEG è migliore della media, e ne sostiene persino un altrettanto numero consistente con raw + JPEG.

Tuttavia, l’accuratezza della messa a fuoco automatica continua può sembrare incostante per le riprese (va bene nel video). Il più delle volte, produceva un numero ragionevole di scatti a fuoco e, come la maggior parte dei sistemi, occasionalmente perdeva il tracking o si concentrava su qualcosa di diverso dal soggetto.

Nel complesso, tuttavia, lo scatto continuo si comporta in maniera piuttosto positiva, andando incontro alle esigenze degli appassionati. Lo spostamento del sensore ibrido / il sistema di stabilizzazione ottica dell’immagine funziona bene anche con l’obiettivo del kit.

La più grande delusione per le prestazioni della fotocamera, resta una: la durata della batteria. In circostanze tipiche, l’autonomia scenderebbe di molto dopo poche ore. Operazioni come la ripresa di video in 4K, per ovvi motivi, porta la fotocamera a scaricare più velocemente.

Panasonic Lumix GX85 recensione: tiriamo le somme

Il design di Panasonic GX85 è obiettivamente gradevole. Il mirino è ragionevolmente grande e confortevole, ha una presa discreta e un display touchscreen inclinabile, quadranti sia anteriori che posteriori e un accesso diretto alla maggior parte dei controlli. Puoi personalizzare il menu rapido per visualizzare solo le opzioni che usi davvero, personalizzare e salvare le mappature e le impostazioni di controllo separatamente per foto e video.

Lumix GX85 incorpora tutte le ultime funzionalità di Panasonic, tra cui le modalità di scatto a raffica 4K (che riprende un video 4K a una velocità dell’otturatore elevata in modo da poter estrarre singoli fotogrammi) e la messa a fuoco (che prende un film 4K focalizzato su più piani della scena in modo che puoi scegliere quello con le aree sfocate che ti piacciono di più) come implementato nella ZS100 (aka TZ100 e TZ110).

Il modello GX85, in più, consente connessioni Wi-Fi senza password ai dispositivi mobili. Il trasferimento wireless e il funzionamento remoto di Panasonic sono abbastanza affidabili.

Panasonic Lumix GX85 recensione: considerazioni finali

Pro: ti dà la possibilità di scattare foto e video eccellenti ad un prezzo assolutamente abbordabile. In più, ti offre un set eccezionale di funzionalità e prestazioni veloci.

Contro: L’autofocus continuo non riesce a bloccarsi in modalità burst e la durata della batteria è considerevolmente scarsa.

Considerazioni finali: Se l’autofocus fosse più coerente e la durata della batteria più lunga – entrambi potrebbero essere migliorati con un aggiornamento del firmware – non si avrebbe molto da eccepire. Anche così, con le sue limitazioni, Panasonic Lumix GX85 è una delle migliori fotocamere della sua fascia di prezzo, soprattutto se vuoi godere dei vantaggi che una mirrorless ti offre ad un costo simile.

Fonte: Amazon.it

Leggi: Fujifilm X100F: la recensione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: