Amazon Echo: 7 cose che puoi fare rispetto a Google Home

Amazon e Google gareggiano da tempo per il primo posto. Categoria? Altoparlanti intelligenti, ovviamente. Mentre Google Home ha funzionalità che Echo non presenta, come l’ascolto di più comandi alla volta, Amazon ha ancora una serie di competenze uniche che Google non possiede (l’Echo ha anche un senso dell’umorismo a volte agghiacciante). Scopriamole tutte!

Solo Amazon Echo può sorvegliare casa tua e avvisarti se intercetta qualcosa di sospetto mentre sei via. Ti consente inoltre di sapere quando i tuoi pacchi sono in consegna. Google Home, al contrario, non può farlo e non può dirti se ha il sentore che qualcuno stia entrando in casa tua.

Ecco, di seguito, l’elenco delle 7 cose che Amazon Echo può fare rispetto a Google Home.

Vai alla scheda di Amazon Echo Plus.

Amazon Echo – Notifiche di consegna

L’altoparlante intelligente di Google Home non ti dirà quando un pacco è in consegna, a differenza di Echo che, al contrario, può. In fondo, si tratta di un prodotto Amazon.

Alexa ti avviserà dal momento in cui il tuo ordine Amazon è stato spedito fino a quando arriva a casa tua. Tramite il comando “Alexa, dove sono i miei pacchi?” puoi ottenere un aggiornamento, in tempo reale, della loro posizione.

Amazon Echo – Alexa supporta Amazon Music, Prime Music e Apple Music

Sebbene Google Home supporti i più diffusi servizi di streaming musicale come Spotify, YouTube Music, Google Play Music, Pandora e altri, non supporta ancora Apple Music o Amazon Music, entrambi servizi offerti dai principali concorrenti hardware.

Alexa, invece, lo fa. Il suo servizio musicale predefinito è, ovviamente, Amazon Prime Music, ma puoi modificare queste impostazioni, anche su Apple Music. La rivalità con Google sembra essere così evidente che Google Play Music non comparirà nel tuo elenco di opzioni su Amazon Echo.

Se ascolti principalmente brani musicali utilizzando Apple Music, apri il menu dell’app Alexa e seleziona Impostazioni. In Preferenze Alexa, tocca Musica e podcast> Collega nuovo servizio> e seleziona Apple Music. Tocca Abilita per utilizzare e accedere al tuo account con il tuo ID Apple.

Amazon Echo – Crea le tue skill personalizzate

Nell’app Alexa, esiste un’opzione che ti consente di creare le tue skill personalizzate. Per usarlo, apri il menu dell’app e seleziona Blueprint.

Da qui, hai un elenco di modelli tra cui scegliere, come domande e risposte personalizzate, giochi, storie, saluti e altro ancora. Una volta selezionata la tua scelta, puoi creare la tua skill.

Queste skill sono private, quindi solo i tuoi dispositivi Echo avranno le informazioni ad esse correlate. Inoltre, hai la possibilità di creare le skill di Alexa anche dal tuo desktop.

Amazon Echo – Puoi mettere Alexa in macchina

Sai già che Alexa è un assistente intelligente insostituibile per la tua casa, ma può anche essere utile da portare con te in macchina. Echo ti consentirà di spostarti a mani libere in modo da non premere i pulsanti sull’autoradio durante il cambio corsia.

Puoi collegare Echo Dot a una porta USB oppure utilizzare Amazon Echo Auto e collegarlo sempre ad una porta USB. Considera che dovrai utilizzare i dati mobili del telefono per utilizzare Echo in auto. Ricorda solo di nascondere il dispositivo quando parcheggi.

Amazon Echo – puoi proteggere la tua casa

Se stai andando fuori città e sei preoccupato di lasciare la tua casa incustodita, puoi impostare Alexa Guard sul tuo Amazon Echo. Una volta attivato, l’altoparlante intelligente registrerà suoni e rumori sospetti, come la rottura di un vetro ed eventuali allarmi. Può anche periodicamente accendere e spegnere le luci per dare l’impressione che in casa ci sia qualcuno.

Per configurarlo, apri il menu dell’app Alexa e seleziona Impostazioni. Scorri verso il basso fino alla fine dell’elenco e tocca Guard> Imposta guardia. Seguire le istruzioni visualizzate per completare la configurazione. Ora quando sei pronto per uscire di casa, dì “Alexa, me ne vado” per attivare la modalità Guardia.

Ricorda che Google Home può essere associato a Nest Secure, ma non presenta ancora questa specifica modalità di protezione.

Amazon Echo – Imposta i trigger di posizione

Quando arrivi a casa la sera, è preferibile avere le luci accese in modo da poter vedere dove stai mettendo i piedi. Con Amazon Echo, puoi impostare i trigger di posizione in modo che le luci si accendano automaticamente quando entri nel vialetto. Naturalmente, dovrai installare lampadine intelligenti all’esterno e anche all’interno se non vuoi entrare in una casa buia.

Per impostare i trigger di posizione, dovrai creare una routine Alexa. Basta aprire il menu dell’app Alexa e selezionare Routine. Tocca il segno più nell’angolo in alto a destra. Ora devi aggiungere il nome della routine e selezionare Posizione. Inserisci il tuo indirizzo di casa e clicca su Avanti. Ora seleziona Aggiungi azione> Smart Home> e tocca il nome delle tue luci intelligenti, ad esempio “Soggiorno”.

Amazon Echo – Alexa capisce quando non sei dell’umore

L’anno scorso, Amazon ha annunciato che sta per regalare ad Alexa una modalità denominata Frustration Detection. Ciò significa che se Alexa nota un tono di irritazione nella tua voce, si scuserà e cercherà di capire cosa vuoi veramente. La nuova funzione partirà quest’anno.

Ad esempio, se chiedi ad Alexa di far partire un brano dei Maroon 5 ed erroneamente riprodurrà qualcos’altro, l’assistente vocale riconoscerà la rabbia nella tua voce: “Alexa, metti i MAROOOOOON 5 !!!” – e proverà ad adattarsi, proprio come fa una persona. Figo, eh?

Se è gratificante, per i proprietari di Amazon Echo, sapere quanto la propria piattaforma vinca rispetto alla concorrenza, sappi che esiste tanto altro che il tuo altoparlante intelligente Echo può fare!
Leggi: Configurazione Amazon Echo: 5 consigli indispensabili

Fonte: Amazon.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: