Microsoft Surface Go: la recensione

Parliamo oggi del Microsoft Surface Go, versione ridimensionata del Microsoft Surface Pro, che da qualche tempo fa da padrone tra i dispositivi 2 in 1 targati Windows.

Sicuramente presenta diverse caratteristiche in comune rispetto alla sua versione Pro, ma le dimensioni ridotte e una potenza ovviamente minore lasciano comunque alcuni interrogativi.

Per essere chiari sin da subito, possiamo dire che il nuovo Microsoft Surface Go può ancora eseguire molte attività quotidiane su PC, anche solo con un processore Intel Pentium.

Non sarà però probabilmente il computer che potrai usare quotidianamente per ogni esigenza, sia per la potenza limitata che per le dimensioni ridotte.

Sì, è significativamente meno costoso del più grande Surface Pro e più vicino al prezzo di un iPad, ma alla fine non risparmierai molto, poiché la cover della tastiera indispensabile e altri accessori sono ancora venduti separatamente (e discretamente costosi).

Ma nonostante Microsoft Surface Go non sia l’affare sperato, è difficile non apprezzare questo piccolo ibrido Windows.

Le dimensioni più piccole funzionano sorprendentemente bene, sia per il display da 10 pollici, 1.800×1.200 pixel che per la tastiera a clip, che riesce a ridurre i singoli tasti senza compromettere eccessivamente l’esperienza di digitazione complessiva.

Aiuta che il touchpad integrato nella cover della tastiera sia enorme per un dispositivo così piccolo.

E quella familiare interfaccia touchpad e cursore funziona perfettamente con il touchscreen, offrendoti esattamente il tipo di flessibilità che manca nell’iPad o in altri tablet non Windows.

Microsoft Surface Go: il processore Pentium

La più grande domanda sul Microsoft Surface Go che ci si pone è sicuramente se sia in grado di funzionare discretamente con Windows 10.

Questo perché scambia le solite CPU Intel serie i per i processori Pentium di fascia bassa, che si trovano in genere solo nei laptop di fascia bassa.

È un netto passo indietro nella potenza di elaborazione, ma effettivamente, per quello che la gente fa con il PC abitualmente, non è un passo avanti così enorme.

Almeno se non esegui troppe app contemporaneamente o mantieni aperte 20 schede del browser.

Se l’idea di una superficie più piccola, meno costosa, a bassa potenza sembra stranamente familiare, è perché è stata provata prima.

Il confronto più vicino è con il Microsoft Surface 3, che era una variante da 10 pollici rilasciata nel 2015 con un processore Intel Atom.

Microsoft Surface Go

Microsoft Surface Go: perfettamente portatile

Mentre le specifiche hardware potrebbero non stupirti sulla carta, in situazioni reali Microsoft Surface Go ha decisamente il suo fascino.

Possiede infatti le dimensioni perfette per viaggiare, e la sua tastiera risulta ottima per lavorare sui Documenti.

Microsoft Surface Go sembra avere il perfetto equilibrio tra design e funzionalità.

Le parti migliori dell’esperienza Surface – il cavalletto eccellente, la copertura della tastiera migliore della categoria, l’ottimo supporto dello stilo – sono tutte qui, solo in una forma leggermente miniaturizzata.

Fa anche un passo nel futuro (alcuni direbbero presente) aggiungendo una porta USB-C.

L’alimentazione può essere collegata tramite la propria fonte di alimentazione USB-C o con il connettore di alimentazione magnetico in stile Surface incluso.

Ma due dei maggiori problemi di Microsoft Surface Go rimangono irrisolti.

La cornice attorno allo schermo è incredibilmente spessa, soprattutto notevole ora che altri produttori di PC stanno abbracciando l’aspetto della cornice sottile.

E, cosa ancora più importante, per un’alternativa al laptop, il design in ardesia-più-tastiera-più-cavalletto non è ancora particolarmente adatto allo scopo.

Venduto ancora separatamente

Se c’è una cosa che sicuramente porta uno svantaggio nell’acquisto di Microsoft Surface Go, è questa: mentre Microsoft ha realizzato una versione perfettamente ridimensionata della sua eccellente cover per tastiera, è in qualche modo ancora non inclusa nel prezzo di acquisto.

Lo stilo della penna per Surface è anch’esso venduto separatamente, ed è esattamente lo stesso che si utilizza su Surface Pro.

Se quindi hai già una penna di un Surface più vecchio, basta associarla a Bluetooth.

Come altri sistemi Surface, esiste una connessione magnetica integrata che può fissare lo stilo sul lato del sistema.

Microsoft Surface Go

Microsoft Surface Go: un piccolo passo

Il nuovo Microsoft Surface Go è più piccolo, prende il Pro, dalle dimensioni simili a un laptop, e lo riduce a circa le dimensioni di un iPad.

Se sei il tipo di utente che può soddisfare le sue esigenze con un Chromebook o un laptop Windows di fascia bassa, come il Lenovo Flex 11 o simile, questo è un investimento extra modesto per ottenere un ottimo design di fascia alta, la flessibilità di un ibrido due in uno e accesso a un utile ecosistema di accessori.

Per quanto il Microsoft Surface Go possa essere affascinante, il fatto che la tastiera indispensabile aggiunga almeno il 25% del prezzo totale ovviamente non lascia soddisfatti.

La durata della batteria è anche un disagio non indifferente per un uso tutto il giorno.

Ma per il resto, per un PC a bassa potenza da mettere nella borsa per l’intrattenimento, i social media o il lavoro leggero, se includessero la cover della tastiera nel prezzo base, sarebbe un acquisto decisamente consigliato.

Fonte foto: amazon.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: