TCL 65r625: recensione di una TV sorprendente

Parliamo oggi di TCL 65r625, una Roku TV uscita nel 2019 che riserva grandi sorprese.

Esistono ormai così tanti modelli di televisione che quando ti ritrovi a doverne scegliere una non sai mai dove guardare.

A meno che tu non abbia problemi di budget, e quindi ti orienti verso le più costose OLED, o voglia andare al risparmio, e quindi opti per un modello economico, la scelta diventa estremamente difficile.

Se cerchi quindi una TV che ti fornisca un’ottima qualità dell’immagine, al livello di un HDR 4K, ad un prezzo che non richieda necessariamente l’apertura di un mutuo, la serie 6 di TLC è un ottimo compromesso.

Un’ottima immagine ad un prezzo abbordabile ne fanno la scelta migliore per un televisore di fascia media.

Andiamo quindi a vedere i pregi e i difetti del modello TCL 65r625.

Se infatti, vuoi una qualità d’immagine migliore rispetto al TCL 65r625 , dovrai inevitabilmente salire di prezzo e raggiungere la fascia di prezzo più alta, che comprende modelli come il Samsung QLED.

TCL 65r625 : il design


La Serie TCL 6 non sembra certo economica.

La lastra di vetro che ricopre lo schermo corre fino ai bordi lungo la parte superiore e i lati per un look pulito e minimalista.

Il bordo inferiore metallico è più spesso e leggermente più grigio, abbinato alle gambe del supporto.

Visto di lato, la TV è una lastra rettangolare molto sottile, non un mobile spesso come quelli che ormai propone la concorrenza.

Di conseguenza, la Serie 6 sembra più robusta e un po ‘meno moderna da quell’angolo.

Avrai inoltre bisogno di un bel tavolo o di un supporto largo.

A meno che, ovviamente, tu non voglia montarla alla parete, operazione comunque possibile.

TCL 65r625

TCL 65r625: perché Roku TV è un ottimo prodotto


Ecco un breve elenco di motivi per amare Roku TV:

  • Aggiornamenti frequenti e miglioramenti delle funzionalità.
  • Menu semplici con risposte rapide.
  • Personalizzazione completa, inclusa la denominazione di input.
  • Ingressi sulla stessa home page delle app TV.
  • Più app (e app 4K HDR) rispetto a qualsiasi altro sistema di smart TV.
  • 4K Spotlight e la categoria di app 4K semplificano la ricerca di contenuti 4K.
  • La ricerca multipiattaforma copre numerosi servizi, consente confronti dei prezzi.
  • More Ways To Watch suggerisce gli spettacoli in streaming nella guida ai programmi dell’antenna.
  • Può mettere in pausa la TV in diretta da una fonte di antenna (e una chiavetta USB).

Una cosa attualmente mancante sulla piattaforma Roku in generale e in questa TV TCL 65r625 in particolare è il supporto per il sistema AirPlay di Apple.

La Serie 6 include il semplice telecomando Roku con controllo vocale incorporato (a differenza dell’anno scorso TCL non ha annunciato una variante più economica in cui manca il telecomando vocale).

La funzione vocale di Roku non è così solida come Amazon Alexa, trovata ad esempio sui televisori Fire Edition, ma funziona bene per le ricerche, il lancio di app.

Funzionalità principali della TV

Il più importante extra per quanto riguarda la qualità dell’immagine è l’oscuramento locale full-array, che TCL chiama la tecnologia Contrast Control Zone.

La Serie 6 ha molte zone se si prende in considerazione il prezzo: 100 zone per il 55 pollici e 120 zone per il 65 pollici.

Avere più zone di oscuramento non significa necessariamente una migliore qualità dell’immagine, ma può aiutare.

Questo perché zone più piccole e più numerose consentono all’immagine di illuminarsi (e attenuarsi) in modo più preciso, separando meglio le parti che dovrebbero essere più luminose da quelle che dovrebbero essere più scure.

Come quella dei televisori Samsung QLED, anche il TCL 65r625 utilizza punti quantici, il suo più grande vantaggio sulla carta rispetto al predecessore del 2018.

Quei punti sono microscopici nanocristalli che emettono una lunghezza d’onda specifica (colore, ad esempio) quando viene data energia e migliorano il colore rispetto ai televisori non dotati di QD.

Proprio come il modello del 2018, la Serie 6 supporta sia i formati ad alta gamma dinamica Dolby Vision che HDR10.

La TV possiede anche una specifica chiamata “Natural Motion 240”, ma come al solito, è un numero inventato.

Ha un pannello nativo a 60Hz e non può eguagliare le prestazioni di movimento dei veri televisori a 120Hz.

Sul retro troverai una serie di jack salutari.

  • 4 ingressi HDMI (HDMI 2.0a e HDCP 2.2)
  • 1 ingresso video analogico (composito)
  • 1 porta USB (2.0)
  • Ethernet (Internet via cavo)
  • 1 jack per cuffie
  • 1 uscita audio digitale ottica
  • 1 ingresso RF (antenna)

La Serie 6 2019 aggiunge un quarto ingresso HDMI rispetto ai tre del modello 2018.

Mancano alcuni degli extra HDMI 2.1 presenti su diversi concorrenti, come la frequenza di aggiornamento variabile, ma presenta la modalità di gioco automatica, progettata per selezionare automaticamente le impostazioni di ritardo di input basso quando è collegato a un dispositivo di gioco compatibile.

Il jack per le cuffie è un bel tocco e, a differenza dei set Roku più economici, anche questo ha Ethernet.

TCL 65r625

TCL 65r625 : la qualità dell’immagine

L’immagine del TCL 65r625 risulta almeno uguale o addirittura migliore di qualsiasi TV della stessa gamma.

Illuminazione debole: Il TCL mantiene una sfumatura nera come l’inchiostro.

I dettagli delle ombre sono eccellenti, così come la capacità di ridurre la fioritura o l’illuminazione vagante.

Illuminazione intensa: la serie TCL Serie 6 offre un’emissione luminosa ampia per qualsiasi situazione di illuminazione e un sacco di grinta per l’HDR.

È facile ottenere un’immagine precisa della stanza luminosa con il TCL 65r625: basta impostare la modalità immagine su Film (o Bright HDR) e avviare la luminosità della TV su Brighter.

Per le stanze buie, al contrario, la scelta migliore è Film (o Dark HDR) con l’impostazione Luminosità TV più scura.

TCL poi, sembra aver migliorato la finitura dello schermo sulla Serie 6 2019.

Precisione del colore: il suo eccellente contrasto aiuta decisamente a far esplodere i colori.

Elaborazione video: la serie TCL 6 gestisce correttamente i contenuti 1080p / 24, preservando la cadenza del film fintanto che l’impostazione Natural Cinema è attiva.

Altre due impostazioni influiscono anche sulle prestazioni del movimento: Action Smoothing e LED Motion Clarity.

Il primo introduce l’effetto soap opera in vari punti di forza.

LED Motion Clarity invece utilizza l’inserimento di una cornice nera per aumentare la risoluzione del movimento (a ben 1.200 linee) e combattere la sfocatura, ma viene porta i soliti compromessi: un’immagine significativamente più fioca e sfarfallio visibile.

Infine, il TCL 65r625 ha il ritardo di input più basso (migliore) che si possa riscontrare.

Uniformità: lo schermo mantiene un’ammirevole uniformità, con angoli leggermente più scuri rispetto al centro e nessuna struttura di retroilluminazione visibile o effetto schermo sporco evidente.

TCL 65r625: conclusioni

Se sei arrivato a leggere fino a qui, anche tu sarai arrivato alla stessa conclusione: il TCL 65r625 è un televisore che per la sua fascia di prezzo non ha rivali, anzi a volte compete anche con i suoi concorrenti di fascia superiore.

Con qualità dell’immagine eccellente, e funzionalità efficienti, oltre che di ultima generazione, si rivela inevitabilmente la scelta migliore se si vuole acquistare un dispositivo performante senza dover necessariamente spendere un patrimonio.

Non testa quindi che provare di persona se questa Serie 6 della TLC sia effettivamente all’altezza del suo nome, ma se sei un appassionato, sempre alla ricerca della definizione più alta e dei prodotti di qualità migliore, non potrai certo farti scappare questo gioiellino unico.

Fonte foto: amazon.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: