AirPods di Apple: come usarli con un telefono Android

Gli auricolari AirPod di Apple sono obiettivamente tra i migliori della loro categoria. Hai uno smartphone Android e ti sei rassegnato a non poterne godere? Ecco la bella notizia: “si può fare!” cit. Leggi tutto d’un fiato l’articolo e scopri come.

Proprietario di Android, non essere geloso. Con un piccolo sforzo, puoi utilizzare gli AirPod di Apple senza convertirti ad iPhone. Per molti, AirPods e AirPods Pro rappresentano il Santo Graal delle cuffie. Questi piccoli auricolari wireless funzionano perfettamente, hanno una durata della batteria oltremodo spettacolare e una solida cancellazione del rumore.

Dovrai fare qualche passo in più per abbinare gli AirPods al tuo telefono Android, a differenza di quanto avvenga se sei in possesso di un iPhone, ma i controlli di riproduzione funzionano bene e puoi persino installare un’app per visualizzare la durata della batteria dei tuoi auricolari; proprio come con iPhone e iPad.

Certo, il tipo d’esperienza che ne risulta non sarà così completa come lo è per un utente iPhone (ti mancherà quella stretta integrazione con il chip H1 dell’iPhone), ma vale la pena assecondare il percorso di installazione che a breve ti illustreremo. In questo modo, non perderai comunque il meglio che gli auricolari AirPod possono offrirti!

AirPods di Apple: come associare il tuo Android agli auricolari

Quando si abbinano gli auricolari AirPods e un telefono Android, non si otterrà il metodo automatico, analogo per iPhone. In questo caso, dovrai usare l’approccio collaudato di immersione nelle impostazioni Bluetooth del tuo dispositivo:

  1. Scorri verso il basso dalla parte superiore dello schermo per aprire il pannello delle impostazioni rapide, quindi premi a lungo sull’icona Bluetooth.
  2. A seconda del telefono, potrebbe essere necessario selezionare Aggiungi nuovo dispositivo o Associa nuovo dispositivo.
  3. Con gli AirPods nella custodia di ricarica, aprire il coperchio.
  4. Sul retro della custodia è presente un piccolo pulsante. Tienilo premuto finché l’indicatore luminoso non inizia a lampeggiare.
  5. I tuoi AirPods verranno quindi visualizzati nel menu di associazione sul tuo telefono Android. Selezionali e segui le istruzioni sul tuo telefono.

Con gli AirPod collegati al tuo telefono Android, puoi usarli come faresti con qualsiasi altra cuffia o auricolare Bluetooth. Si collegheranno automaticamente quando saranno rimossi dalla custodia e si disconnetteranno quando li riporrai di nuovo dentro.

Se il tuo telefono Android supporta la ricarica wireless inversa, puoi caricarli sul retro del telefono. Si ricaricano anche in modalità wireless tramite qualsiasi altro pad supportato da Qi o tramite il cavo Lightning di Apple.

AirPods di Apple su Android: quali funzionalità perderai

Naturalmente, se non si utilizzano gli AirPods con un iPhone o un altro prodotto Apple, non sarà possibile accedere a tutte le funzionalità.

Una caratteristica che ti perderai è la pausa automatica e la rispettiva ripresa, quando togli un AirPod e te lo rimetti nell’orecchio dopo. È una delle funzionalità più comode ed innovative di AirPods, e ai fruitori di Android – che ne sono a conoscenza – mancherà non poco. L’app AirBattery afferma di supportare la pausa automatica come funzione beta, ma solo quando stai riproducendo musica da Spotify. L’app ti avvisa anche che abilitare la funzione beta scaricherà più rapidamente la batteria del tuo telefono Android.

Inoltre, non sarai in grado di attivare Google Assistant con gli AirPods, come gli utenti di iPhone possono fare con Siri, semplicemente perché Apple ha programmato i suoi auricolari per funzionare con il proprio assistente vocale, non con quello dei suoi concorrenti. Dovrai avviare queste query in modo tradizionale, parlando con il tuo telefono.

Rinunce che puoi comunque superare per usufruire degli effetti di auricolari così perfetti, non credi?

Leggi: Apple AirPods Pro, la recensione: perché acquistarle?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: